Buja: concorso a ricordo dei reduci della campagna di Russia

Regione: 17

6 Dicembre 2019, pubblicato da

SCUOLA SECONDARIA DI I°GRADO DI BUJA (Udine)

CONCORSO A RICORDO DEI REDUCI DELLA CAMPAGNA DI RUSSIA: “LE GUERRE SI EVITANO CON IL DIALOGO”.

L’Associazione Mutilati e Invalidi di Guerra, sezione di Tarcento, in collaborazione con l’insegnante Amelia Zurini, figlia del reduce della campagna di Russia Valentino Zurini (classe 1922), in suo ricordo ha voluto offrire agli studenti della scuola secondaria di Buja un’occasione per riflettere sulle atrocità della guerra e sulla necessità di creare una mentalità che favorisca la collaborazione e la pace.

Per  questo sono state proiettate alcune immagini e narrate testimonianze dei sopravvissuti al secondo conflitto mondiale, con particolare riferimento a quelli provenienti dal territorio che hanno combattuto sul fronte russo e partecipato alla tragica ritirata.

I ragazzi delle tre sezioni di terza media hanno prodotto, in seguito, un elaborato seguendo le seguenti tracce:

  1. Le guerre continuano e non finiscono mai, se l’uomo non impara a dialogare.
  2. In un mondo dove continuano ad imperversare le guerre, qual è la chiave di volta per ottenere la pace?
  3. La guerra è ciò che accade quando il linguaggio fallisce.

Scegli quella che più ti piace e prova a spiegarla; cerca poi di mettere in luce la tua versione personale a riguardo, facendo anche delle riflessioni personali sui tragici racconti ascoltati riguardanti la campagna in Russia, durante la seconda guerra mondiale.

Gli studenti hanno espresso riflessioni personali apprezzabili, rilevando non solo l’importanza del dialogo, ma anche del rispetto, dell’impegno personale e di una vita non basata sull’avidità.

Durante le premiazioni il Presidente dell’Associazione Mutilati e Invalidi di Guerra, sezione di Tarcento ha donato a tutti gli studenti una pergamena a ricordo dell’evento.

Si allegano i due elaborati ritenuti più validi di:

Melissa

Valentina