Premiati gli “Esploratori della memoria” campani

Regione:

15 Giugno 2016, pubblicato da

NAPOLI – Si è tenuta mercoledì 1 giugno, presso il salone principale della Casa del Mutilato, sede dell’Anmig Campania, la premiazione del concorso “Esploratori della memoria”, dipendente dal progetto nazionale “Pietre della Memoria”. A tale concorso hanno preso parte quattro scuole della regione, un risultato abbastanza gratificante per una prime edizione.

P1040154L’incontro è iniziato verso le 10:30. Il primo a prendere la parola è stato naturalmente il Presidente Regionale dell’Anmig Dott. Mario de Cesare. “Partecipiamo per la prima volta al concorso – ha affermato il presidente – ma il risultato, grazie anche all’apporto dei ragazzi, è stato senza dubbio soddisfacente”. “Pietre della Memoria è un progetto che ha lo scopo di conservare e trasmettere la memoria dei caduti e dei feriti delle due guerre mondiali e della guerra di liberazione alle nuove generazioni, al fine di rafforzare e consolidare il giusto senso della pace, della solidarietà e della fratellanza tra i popoli”. “Celebrare i nostri antenati – ha affermato la referente –  è un dovere verso coloro che hanno combattuto per la nostra libertà e per la nostra democrazia”.

P1040158 In questo frangente, il presidente ha presentato i soci più anziani dell’associazione tra cui il Dott. Florio Catello, classe 1920. Dopo il suo discorso, il Dott. de Cesare è passato alla nomina dei vincitori: al quarto posto si è piazzato l’I.C. di San Marco dei Cavoti (BN), al terzo l’I.C. “Novaro-Cavour” di Napoli, al secondo l’I.C. “S. Giovanni Paolo II-Anna Frank” di San Marzano sul Sarno (SA), ed al primo posto l’I.C. “Amedeo Maiuri” di Napoli.

Prima di passare alla consegna degli attestati, è intervenuta la referente regionale del progetto “Pietre della Memoria” Dott.ssa Carmina Benigno. “Come primo anno, posso dichiararmi soddisfatta della partecipazione – ha affermato la referente – a voi giovani va questo compito di conservare il ricordo dei caduti delle guerre che devono rappresentare il seme per un futuro di pace e fratellanza”.

P1040219Dopo l’intervento della Dott.ssa Benigno, si è passati alla consegna degli attestati sia ai docenti che ai singoli alunni che hanno partecipato al concorso. Dopo di che, il Presidente ha voluto interrogare i ragazzi sulle emozioni e sulle sensazioni provate durante lo svolgimento dell’iter del concorso. Gli studenti, all’inizio comprensibilmente restii a salire sul palco, una volta rotto il ghiaccio hanno reso noti non solo la propria esperienza, ma anche i racconti dei propri nonni, reduci dell’ultimo conflitto. L’incontro si è concluso con un piccolo buffet.