“Pietre della Memoria” quarta edizione a Milano

Regione:

25 Giugno 2019, pubblicato da

Il primo giugno 2019, presso il Salone “A. Valente” delle Casa del Mutilato di Milano, ha avuto luogo la cerimonia di premiazione del concorso ”Pietre della Memoria” (4^ edizione).

Iniziata con l’omaggio di una corona d’alloro al Sacrario presente nella Casa del Mutilato, portata da una delegazione di studenti, sulle note del Silenzio ordinario in ricordo dei tanti giovani caduti per la nostra Patria.

Il Presidente regionale Massimo Fugazza, salutando tutte le scolaresche presenti ha espresso grande ammirazione per il lavoro fatto.

La coordinatrice regionale Rosanna Perego, dopo aver ringraziato tutte le autorità presenti, la segreteria organizzativa ( in particolare la sig.ra Rosalba Fragomena), tutte la sezioni ANMIG Lombarde che hanno reso possibile realizzare questa giornata e naturalmente le scolaresche presenti, ha notato come questa manifestazione, nel promuovere la ricerca di monumenti  e lapidi delle due guerre mondiali, assuma una grande valenza di recupero di memoria, quindi valenza educativa mirante ad una cittadinanza attiva e consapevole.

Quest’anno si è voluto ricordare il violino della Shoah, custodito presso il museo della musica di Cremona, ricco di una storia personale, oltre che strumento musicale di pregio e di meditazione sulle miserie umane.

Erano presenti per il Comune di Milano l’assessore all’istruzione Dott.ssa Laura Galimberti, la quale, ricordando alcuni luoghi della memoria presenti a Milano (Casa della memoria, Binario 21), ha lodato questa Manifestazione che si inserisce nello stesso fondamentale solco. Le Pietre sono solide e concrete, in contrapposizione alla aleatorietà delle parole e del pensiero non scritto.

Il Cav. D’Amico, Presidente dell’Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, ha affermato che:  “oggi molti non hanno vissuto la guerra, per fortuna, ma questo spesso porta a dimenticare quanto è accaduto. Nel 1945 finita la guerra, migliaia di persone non sono tornate a casa, lasciando sole le loro famiglie. Cerchiamo di non costruire più muri e steccati, per non avere più guerre.”

Ringraziamenti e parole d’elogio ai ragazzi ed al nostro Sodalizio sono venuti anche da Luisa Maria Fusarpoli (reduci Russia), Sollazzo (Nastro Verde) e, per il Comune di Vimercate, dall’assessore avv. Del Buono.

La memoria serve a comunicare e far vivere la Pace a tutti e questa manifestazione fa parte a pieno titolo di quella Educazione Civica che tutti vorrebbero reintrodurre nella scuola italiana.

Dopo la lettura dei nomi della commissione giudicante, si è dato inizio alla proiezione dei filmati vincitori del concorso riservato alle scuole primarie  e secondarie di 1° e 2° grado, seguiti con grande attenzione da tutti i presenti. Alla fine un lungo e potente applauso ha omaggiato le opere proiettate. La scuola di Vimercate ha presentato un ebook sulle pietre, mentre la scuola di Lecco ha costruito un percorso virtuale.

Si è infine proceduto alla premiazione dei vincitori: i diplomi alle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° ;  le borse di studio alle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° ed i vincitori del concorso video.

Ha chiuso la cerimonia la concertista Alessandra Sonia Romano con il violino della Shoah accompagnato dalla proiezioni di immagini e dalla lettura di brani della storia di Maria Levi, proprietaria dello strumento musicale, recitati da Matteo Nicodemo.

 

Le fotografie dell’evento le trovate a questo link