L’Anmig di Sarno presente al ventennale della frana

as2

31 maggio 2018, pubblicato da

SARNO – Sono passati vent’anni dall’incredibile e disastrosa frana che colpì il 5 maggio 1998 il paese di Sarno. In occasione del ventennale sono stati organizzati una serie di incontri commemorativi ai quali ha preso parte anche la sezione locale dell’Anmig, guidata dal Presidente Gerardo Caringi. as1

La commemorazione è durata tre giorni, dal 4 al 6 maggio. L’evento commemorativo religioso si è avuto nel pomeriggio di sabato presso la concattedrale di San Michele Arcangelo dove l’attuale vescovo di Nocera Inferiore-Sarno mons. Giuseppe Giudice ha presieduto la celebrazione eucaristica, in memoria delle vittime della frana, con grande partecipazione delle più alte cariche civili, militari e religiose con diversi sindaci e politici del comprensorio, di un folto numero di volontari in rappresentanza della CRI, della Protezione Civile, dell’AVIS, pensionati dell’arma dei Carabinieri, dell’Aereonautica, della Polizia di Stato, della Finanza, della Marina e componenti della squadra dei Vigili del Fuoco, e della Guardia Forestale, studenti, scout e gran parte della cittadinanza occupando ogni spazio della cattedrale ed il sagrato esterno nonché la partecipazione dei locali comitati dei parenti delle vittime ed infine la rappresentanza del direttivo sezionale ANMIG della città di Sarno con la presenza del Presidente Gerardo Caringi e dell’Economo Carmine Ruggiero. Al termine della liturgia, tutti i partecipanti si sono spostati, in corteo, da piazza Duomo al Viale Margherita fermandosi al “monumento delle vittime dell’alluvione” di cui sono stati rievocati i 137 nomi. Presente la banda musicale dell’aeronautica che davanti alla corona posta ai piedi del monumento ha suonato le note dell’inno nazionale cantato da tutti i presenti. Grande, poi, è stata l’emozione quando il trombettiere ha suonato le note del Silenzio in onore e memoria delle vittime.