Il centenario della fine della Prima Guerra mondiale a Cagliari

DSCF8376

3 aprile 2019, pubblicato da

Il giorno 14 dicembre 2018 nei locali della ex Manifattura Tabacchi a Cagliari, la Presidenza e il Comitato Regionale Sardegna hanno organizzato l’evento di Commemorazione della fine della Prima Guerra Mondiale mettendo insieme diverse attività per divulgare la storia nefasta della Grande Guerra e di tutte le sue contraddizioni, una giornata dedicata prevalentemente alle giovani generazioni e ai cittadini. In una sala gremita, hanno partecipato il Presidente Nazionale Prof. Claudio Betti e sua è stata la relazione introduttiva, la Banda Musicale della Brigata Sassari che ha suonato i brani più significativi per poi concludere con “Dimonios”, il Col. Dott. Francesco Urbano  che ha proiettato filmati originali della Prima Guerra Mondiale, la Vice Ispettrice Regionale Sorella Franca Zanda della Croce Rossa, che ha parlato del ruolo socio sanitario delle crocerossine infermiere volontarie negli ospedali da campo e al Fronte, il Generale Pintus comandante della Regione Militare Sardegna il quale ha invitato le giovani generazioni a far tesoro della storia e della preparazione culturale fondamentale per la crescita e la libertà individuale. La Dottoressa  M. Francesca Vardeu  ha relazionato sulle prime protesi che venivano preparate per i mutilati e gli invalidi. Improvvisa e gradita la presenza del Centenario (101 anni compiuti in ottobre) Cav. Casimiro Fois che affrontando un viaggio da Giba a Cagliari per presenziare all’evento, è stato accolto  con un grande applauso e un ovazione provocando grande commozione. Una spettacolare emozionante  scena  teatrale tratta dal libro “ Un anno sull’Altipiano” di E. Lussu, interpretata dagli attori della Compagnia Teatrale “LA CLESSIDRA” diretta magistralmente dalla Dottoressa Anna Pina Buttiglieri (figlia di un Socio storico ANMIG). Il Dott. Vittorio Monni di Villacidro, presidente dell’ Associazione Memoria è Storia, ha portato le testimonianze registrate di reduci della prima Guerra e i quotidiani dell’Epoca  esposti nella mostra allestita nella sala dell’evento. La Socia Battistina  Camboni  ha letto la storia del padre reduce ferito e mutilato dalla prima guerra. A conclusione della mattinata hanno sfilato gli abiti del 1915/1918 messi a disposizione dall’Associazione Cultura Arte Marrubiu con la collaborazione della Sartoria Le Muse di Francesca Musinu specializzata in abiti d’epoca e il Gruppo Folk Santa Mariedda e l’Associazione Angeli nel Cuore specialisti nel riciclo e riuso di abiti. Hanno partecipato numerose Associazioni Combattentistiche e d’Arma con i  loro labari e la presenza dei loro Presidenti.

All’interno del salone è stata allestita la mostra di cimeli  messa a disposizione dall’Associazione Combattenti e reduci,  un’esposizione di medaglie dell’Istituto Nastro Azzurro. Per la buona riuscita della manifestazione si ringraziano la  Società di Sant’Anna ONLUS e ANGET che hanno collaborato fattivamente all’organizzazione, inoltre la dottoressa Maria Grazia Fadda che ha realizzato la locandina, Libero Cuccu per i filmati e le fotografie, Claretta Vacca e Lucia Salis per l’accoglienza.

Un ringraziamento speciale agli studenti e insegnanti delle  scuole di Cagliari e provincia che hanno partecipato all’evento.