I cento anni dell’Anmig festeggiati a Trapani

WhatsApp Image 2017-09-10 at 19.46.29

2 novembre 2017, pubblicato da

In occasione del Centenario dell’Anmig, e in concomitanza dell’assemblea annuale, si è svolto il 10 settembre 2017, un convegno storico culturale nella sala delle adunanze della sede provinciale dell’Anmig di Trapani.

Queste le autorità civili e militari che hanno partecipato alla manifestazione:

dirigenti Anmig

  • Presidente Nazionale Anmig professor BETTI Claudio;
  • Vice Presidente Nazionale Anmig. Dott. MONTAGANO Michele;
  • Presidente della sezione provinciale di Palermo Anmig. Ing. BELLIA Vincenzo;
  • Presidente della sezione provinciale di Enna Anmig Dott. BRUNO Goffredo;
  • Rappresentante della sezione provinciale di Siracusa Sig. CONSIGLIO Rolando.

autorità militari

  • Prefetto di Trapani dott. PELLOS Darco;
  • Comandante Provinciale Carabinieri Colonnello RUSSO Stefano;
  • Rappresentanza dell’Esercito Italiano;
  • Rappresentanza della Guardia di Finanza di Trapani;
  • Fanfara del 12° Battaglione Carabinieri “Sicilia” (formazione ridotta).

autorità civili

  • Sindaco del Comune di Marsala dott. DI GIROLAMO Alberto;
  • Sindaco del Comune di Paceco dott. MARTORANA Biagio;
  • Ex Sindaco del Comune di Vita dott. ACCARDO Nino;
  • Ex Sindaco del Comune di Erice e di Valderice dott. TRANCHIDA Giacomo;
  • Rappresentante provinciale UNESCO Ing. GARITTA Vito.

autorità civili invitate ma non presenti per impegni istituzionali presi in precedenza:

  • Commissario del Comune di Trapani dott. MESSINEO Francesco;
  • Sindaco del Comune di Gibellina arch. FONTANA Rosario;
  • Sindaco del Comune di Partanna dott. CATANIA Nicola.

La manifestazione si è aperta con l’esecuzione dell’Inno del Piave da parte della Fanfara per ricordare e omaggiare tutti i caduti delle Guerre. La stessa ha proseguito con l’esecuzione di vari brani da camera di autori famosi, tra i quali Mozart, Borodin, Brahms, Beethoven, chiudendo l’esibizione con l’esecuzione dell’Inno Nazionale italiano.

Dopo l’esibizione della Fanfara dei Carabinieri, particolarmente apprezzata e applaudita da tutti gli intervenuti, vi è stato il saluto da parte dell’Arma dei Carabinieri con il Colonnello Russo e il saluto del Prefetto di Trapani.

I lavori sono iniziati con la relazione del Presidente regionale Anmig Sicilia Dott. PARRINELLO Vito Francesco, il quale ha salutato e ringraziato tutti gli intervenuti.

Il Presidente nella sua relazione ha tracciato il ruolo e funzione dell’Associazione come viene descritta nel 1° articolo dello Statuto dell’Anmig

  1. Ricordare il comune sacrificio, esempio d’amore e di dedizione alla patria, monito operante per l’eliminazione delle guerre, auspicio per pacifiche relazioni tra i popoli e gli Stati e di interpretare e capire questi valori che sono di tutti e da essi trarre energia e forza;
  2. Alimentare tra i mutilati e gli invalidi di guerra e i loro discendenti l’orgoglio del dovere compiuto, il sentimento della fratellanza e dell’amore della libertà e di trasmetterlo alle nuove generazioni; di difendere l’unità della Patria che è una e indivisibile; di operare per la cooperazione, la distensione internazionale e la difesa della pace;
  3. Tutelare gli interessi morali e materiali dei soci e delle loro famiglie e di svolgere in ogni campo in loro favore ogni possibile forma di protezione, di assistenza e di solidarietà;
  4. Ricercare l’intesa unitaria con le associazioni consorelle per la difesa dei comuni valori patriottici e ideali, della democrazia e della pace, promuovendo altresì forme di collaborazione per il conseguimento dei fini comuni, con particolare riguardo alle nuove generazioni.

Il Presidente ha anche relazionato sui cambiamenti avvenuti nell’associazione stessa con il XXXIII Congresso di Montesilvano e del III Congresso Straordinario di Roma, rimarcando che la stessa Associazione è al passo con i mutamenti sociali e per tale motivo si adegua a tali cambiamenti.

Il presidente ha parlato di una indagine fatta tra i ragazzi della scuola la quale ha evidenziato che il 90% di loro ignora le informazioni basilari sulle vicende salienti della 1^ e della 2^ Guerra Mondiale. Lo stesso ha presentato il Progetto “pietre della Memoria” con il quale L’Associazione è riuscita ad entrare nel mondo della scuola facendo avvicinare i più giovani, attraverso le fasi del progetto stesso, alla storia con molti riscontri positivi di conoscenza acquisita.

Continuando, il presidente Parrinello ha relazionato su tutte le iniziative culturali che si stanno portando avanti, come i percorsi museali che hanno lo scopo di far conoscere l’importanza storica di alcuni edifici di proprietà dell’Associazione e il connubio con il mondo cinematografico, il quale funge da volano per la conoscenza e rinascita dell’Anmig.

A seguire vi è stato l’intervento dell’architetto Peraino Girolamo, che ha illustrato le caratteristiche tecniche e architettoniche dell’edificio della sezione provinciale di Trapani, sulla quale è stata fatta la tesi di laurea.

Di seguito vi è stato l’intervento del vice Presidente nazionale Anmig Michele Montagano, il quale ha portato il toccante racconto della terribile esperienza da lui vissuta come internato tra i 44 ufficiali di “Unterlüss”.

A chiudere i lavori è stato il Presidente nazionale Claudio Betti il quale ha espresso grande soddisfazione nei confronti del Presidente Parrinello e di tutta l’Associazione siciliana, una delle realtà associative al giorno d’oggi più unita e prolifera nelle iniziative.

“La famiglia del sacrificio – ha affermato Betti – compie i suoi primi cento anni. Un secolo di vita che i drammi della guerra ci hanno insegnato a non ripetere e oggi possiamo ben dire che nei 70 anni trascorsi dal Secondo Conflitto Mondiale, grazie ad una Europa che è riuscita ad unirsi, si sono evitate nuove guerre con le conseguenze di lutti, mutilazioni, invalidità, distruzioni di città intere e della cultura migliore dell’uomo”.

A chiusura il Presidente Nazionale ha ringraziato le autorità intervenute omaggiandole delle medaglie coniate proprio in occasione del centenario Anmig.

 Vito Parrinello

Qui il filmato relativo alla cerimonia presente su Youtube: