Aprile 2019: le attività della sezione di Sessa Aurunca

teatro-romano-sessa-aurunca-1024x768

30 aprile 2019, pubblicato da

L’Associazione Nazionale fra Mutilati ed Invalidi di Guerra e Fondazione di Sessa Aurunca (CE) nel mese di aprile ha partecipato alle seguenti manifestazioni:

Ai ‘DIALOGHI DEL PRONAO’ (12 e 13 aprile) dal titolo “ LA CORRUZIONE” organizzata dalla Diocesi di Sessa Aurunca e dal Vescovo Diocesano, S.E. Mons. Orazio Francesco Piazza. All’evento, oltre all’ANMIG e Fondazione, rappresentata dall’economo Carlo Loffredo e dal presidente Marcello Di Stasio, hanno partecipato anche il presidente dell’A.N.A.C. Raffaele Cantone, il portavoce Nazionale dell’UNICEF Italia, Iacobini Antonio, il giornalista nonchè Direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, Padre Enzo Fortunato, il direttore dell’Espresso, Marco Damilano, e i musicisti Peppe Servillo e Ambrogio Sparagna.

La Diocesi di Sessa Aurunca comprende anche i comuni di Mondragone, Cellole, Carinola e Falciano del Massico  rappresentati per l’importante evento dai rispettivi sindaci. All’incontro, infine, hanno preso parte anche rappresentanti di vari istituti scolastici della diocesi.

In occasione della Settimana Santa di Sessa Aurunca, l’ANMIG e Fondazione e l’ANCR hanno esposto in un locale, sito al Corso Lucilio e gentilmente messo a disposizione dall’agenzia Dellla Rocca Immobiliare, alcuni cimeli bellici e divise militari. In tale occasione, ha fatto visita alla nostra sezione l’ex maresciallo dei Carabinieri della Scuola  Sottoufficiali di  Velletri, Carpino Alessandro, che è stato accompagnato dal nostro socio-sostenitore Mancini Giuseppe.

Nella giornata del 25 aprile, Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, presso la sede dell’ANMIG e ANCR di Sessa Aurunca sono stati preparati ed esposti dei cartelloni per illustrare ai cittadini il significato di questa importante data nella Storia d’Italia. Inoltre, le suddette associazioni, per espresso invito del sindaco di Falciano del Massico, insieme alle autorità civili, militari e religiose e una massiccia rappresentanza di cittadini, hanno presenziato alla deposizione di una corona di alloro al locale Monumento dedicato ai Caduti di tutte le guerre. Lo stesso è accaduto il 26 aprile, allorquando, per espresso invito del sindaco di San Marco di Teano (CE), l’ANMIG e l’ANCR hanno partecipato alla deposizione di una corona di alloro presso il Monumento innalzato a simbolo dei Caduti di tutte le Guerre.