Al Sacrario di Camigliano, la commemorazione dei caduti della barbarie nazista

img-20161001-wa0008

5 ottobre 2016, pubblicato da

CAMIGLIANO (Caserta) – Si è svolta sabato 1° ottobre a Camigliano la cerimonia in ricordo dei martiri della furia nazista, trucidati il 1° ottobre 1943. La sezione provinciale di Caserta dell’Anmig, rappresentata dal segretario Cav. Francesco Pagliaro e dai soci Dott. Antonio Cembrola e Giovanbattista Alfonso Policastro, ha preso parte alla manifestazione che ha visto la presenza di diversi Enti ed Associazioni combattentistiche; erano presenti: i labari dei comuni di Camigliano, Pignataro Maggiore, Bellona e Mignano Montelungo; l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, sezione provinciale di Caserta, con il Presidente Salvatore Megna; l’Associazione Arma Aereonautica, sezioni di Bellona e Pignataro; l’Associazione Nazionale Carabinieri, sezione di Bellona.

img-20161001-wa0009

Alle 9:30, il corteo, con in testa i giovani delle scuole elementari e medie della cittadina, ha mosso dalla piazza principale di Camigliano per raggiungere il sacrario. La struttura commemorativa è nata per volontà del Cav. Vincenzo Feola, fondatore dell’Associazione Pro Sacrario dei Martiri 1943, classe 1923, che ha voluto preservare la memoria di questi eroi caduti per la Patria.

img-20161001-wa0011

Dopo l’alzabandiera e la deposizione della corona, tutti i labari hanno preso posto sul sacrario. Finita la celebrazione liturgica, sono stati letti i nomi dei caduti camiglianesi della prima e seconda guerra mondiale, ed inoltre le preghiere del combattente, del carabiniere e dell’aviatore.

img-20161001-wa0015

                      img-20161001-wa0013                                                              img-20161001-wa0017